LA Compagnia teatrale La Maschera nasce negli anni sessanta, periodo di gran fermento Artistico Culturale anche in Sardegna

 

 

 

[Immagine logo società]

Compagnia Teatrale della Sardegna

Home Su

 


 teatro La Maschera coop.

 In Scena da quarant'anni.

Nell'ottobre del 1964 nasceva il primo nucleo dell'attuale Compagnia Teatrale LA MASCHERA, misero in scena nel cinema " IRIS " di San Speratela commedia in lingua sarda "BASCIURA" di Antonio Garau interpretata da: Antonio Sciola studente , Mario Fulghesu operaio , Ida Pillittu casalinga , Salvatore Mossa studente, Gennaro Ortu operaio, Maurizio Schirru operaio, Pinuccio Sciola Scultore, Ginetta Porcu casalinga.

(tratto dal documento della Preffettura di Cagliari)

  Erano alle porte gli anni della contestazione giovanile, e a San Sperate luogo d'origine del gruppo e "periferia dell'impero", in quegli anni nasceva un vasto movimento socio-culturale, denominato Paese Museo, del quale a tutti è nota l'importanza che assunse in tutta l'isola.
LA MASCHERA, dai primi anni settanta partecipava attivamente a tutte le iniziative che venivano intraprese, vedendo così, in modo estremamente naturale, arricchita la formazione umana e professionale. Basti ricordare a questo proposito, la lunga permanenza dell'ODIN TEATRET di Eugenio Barba, è proprio in questo momento così importante della formazione che i Componenti della Compagnia decidono di abbandonare la farsa per mettere in scena le opere di A. Garau, sicuramente tra i grandi rappresentanti della commediografia isolana: le opere di Garau, di fatto, consentono loro di esprimere al meglio l'anima dei Sardi e le loro problematiche. Cominciano ad arrivare riconoscimenti e nel '76, partecipano alla rassegna ARTE E AMBIENTE della biennale di Venezia, si esibiscono con successo all'Università di Cagliari, anche se il clima di contestazione del periodo lasciava poco spazio alle problematiche sulla Lingua , gli Studenti da prima diffidenti e chiassosi, si lasciarono coinvolgere con silenziosa attenzione. Nella crescita anche culturale che il gruppo ha maturato in quella "fucina delle idee", così era stata efficacemente definita la San Sperate di quel periodo, La Maschera non poteva non interrogarsi sul significato del suo fare teatro e si è scontrata con fermezza con quanti sostenevano (per certi versi ancora sostengono), spesso voci autorevoli, che la Sardegna non può vantare una tradizione teatrale isolana. Opposero argomentazioni tanto semplici quanto convincenti che fare teatro in Sardegna, al di là dell'esistenza o meno di una sua radicata tradizione, significa veicolarne la diffusione, operare da protagonisti nella tutela e salvaguardia della Lingua, della Cultura, della Storia e delle Tradizioni Popo-lari, il Teatro diventa strumento attraverso cui operare nella realtà Isolana e sempre di Antonio Garau mettono in scena varie Commedie che vengono rappresentate innumerevoli volte nei Teatri e nelle piazze di tutta l'isola.

 

 
Attori e collaboratori dagli anni settanta al 1985:

Mario Fulghesu, Ida Pillittu, Ginetta Porcu, Giovanni Schirru, Salvatore Schirru, Liliana Pilia, Luigi Schirru, Giulio Landis,Giorgio Collu, Luciano Mameli,

In Costruzione

       
 
Produzione Teatrale - Organizzazione Rassegne di Teatro, Musica, Danza e Cinema - Service Audio-Luci
Sede Stabile TEATRO-ARENA MASCHERA via Is Spinargius San Sperate CA
P. iva 01611790922 - Matr. ENPALS n.10512800 - Iscriz. C.C.I.A.A. n.133594
 

Home ] Su ]

Inviare a teatro@lamaschera.com un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Ultimo aggiornamento: 22-06-15